3La prima parte del mese di agosto è stata caratterizzata da elevati flussi di dividendi in entrata per i nostri portafogli, nonostante la fase laterale degli indici azionari Usa e la debolezza del dollaro, con un cambio attestato ai minimi degli ultimi due anni, sopra 1,17 nei confronti dell'euro. A venerdì scorso, il nostro modello Top Analisti presentava una liquidità disponibile di quasi 3.500 dollari, controvalore che investiremo nelle prossime settimane su nuove società a dividendo che presentano attualmente quotazioni a sconto ed elevati potenziali di crescita per i prossimi mesi. Ipotizzando una rendita media iniziale da dividendo pari al 3,6%, l'attuale liquidità dovrebbe generare ulteriori 120 dollari annui di rendita, confermando il costante trend di crescita che abbiamo registrato negli ultimi 7 anni. Reinvestire costantemente i proventi maturati ci permette di beneficiare di entrate crescenti ogni mese indipendentemente dall'andamento dei mercati azionari, sfruttando i benefici derivanti dall'interesse composto. In questo contesto, nel report di oggi, concentriamo la nostra attenzione su una società leader, operante in uno dei settori più caldi a Wall Street, con un primato di ben 32 anni consecutivi di crescite dei dividendi. Dopo la pubblicazione di risultati trimestrali inferiori alle attese, questo titolo ha registrato flessioni in borsa di oltre il 15% nei primi 20 giorni di agosto. Nonostante la debolezza di breve termine, la società ha messo a segno nell'ultimo trimestre ricavi in crescita del 5% e utili per azione in progresso del 15%. In aggiunta, gli analisti mantengono giudizi positivi e target elevati per i prossimi mesi. L'attuale flessione permette quindi di costruire nuove posizioni sul titolo o di mediare i corsi effettuando ulteriori acquisti a prezzi scontati. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Settimana stabile per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, con una crescita di +0,1% nelle ultime cinque sedute, contro una flessione dello 0,2% dell'indice S&P500, grazie in particolare alla buona performance di PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP, in rialzo di +2,1% da giovedì scorso, facendo segnare il nuovo massimo storico. Pepsico è già da diversi mesi il titolo in evidenza per il portafoglio e ha messo a segno un guadagno complessivo di +20,2% dal nostro inserimento nel modello, a cui si aggiungono tutti i dividendi incassati nel periodo. Grazie a questi brillanti risultati il titolo si sta avvicinando ai target indicati dagli analisti confermando in questo modo le potenzialità della società. Nonostante le performance maturate manteniamo il titolo in portafoglio per sfruttare il buon momento di breve termine. Target Corp è l'altro titolo in evidenza nella settimana, con un incremento di +3,6% nella giornata di ieri dopo la pubblicazione dei dati trimestrali che hanno battuto le stime degli analisti confermando quanto anticipato dalla società lo scorso mese. Il fatturato è stato di 16,43 miliardi di dollari, in crescita di +1,6% e migliore dei 16,3 miliardi delle previsioni. Anche l'utile per azione è stato pari a 1,22 dollari, contro previsioni di 1,19 dollari. Tramite questi risultati la società conferma la validità delle nuove e aggressive politiche commerciali, basate anche su importanti investimenti effettuati nel settore delle vendite online. Fondata nel 1902 con oltre 320.000 dipendenti, Target gestisce una catena di oltre 1.800 grandi supermercati discount in tutti gli Stati Uniti. I prodotti distribuiti sono molto diversificati e in alcuni casi essenziali per la vita quotidiana. Con ricavi annui di 69 miliardi di dollari e utili per 2,7 miliardi, Target Corp quota attualmente a multipli interessanti, con un dividendo pari al 4,4% sugli attuali prezzi di borsa, contro una media storica oscillante da un minimo dello 0,5% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 2,5% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare di valore dai livelli attuali. In aggiunta, la società ha aumentato il dividendo, per 46 anni consecutivi. Nonostante i buoni progressi delle ultime settimane, prosegue quindi la valorizzazione a sconto del titolo rispetto ai parametri di lungo termine. I 16 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating HOLD (3) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +8,8% a cui si aggiunge il dividendo pari a 4,4% annuo.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +10,7% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +13,7%. Come si evidenzia dalla tabella, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 15 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 45 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +7.567% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,7% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 50% dai livelli attuali. I 13 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,7) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +2,5% a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,7% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

2Dividendo 8,2% annuo - Il boom dei servizi collegati alla terza età. Nella prima parte del report analizziamo nel dettaglio una particolare società ad elevato dividendo specializzata nel settore chiave della salute, comparto previsto in forte crescita nei prossimi anni a causa di fattori demografici. Nella seconda parte del report, riservata al portafoglio ETF, dedichiamo ampio spazio ad un particolare ETF, che permette di investire direttamente in lingotti d'oro, strategia specifica per la protezione dei portafogli nei momenti di maggiore volatilità. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un aumento della volatilità sui principali mercati azionari a causa delle tensioni internazionali tra Stati Uniti e Nord Corea e dagli scambi più ridotti, tipici di questo periodo di agosto. In questo contesto, i nostri portafogli hanno messo a segno risultati migliori degli indici, confermando la maggiore protezione dalle oscillazioni di breve termine e le caratteristiche più difensive da parte dei titoli a dividendo. Investire in società leader, caratterizzate da lunghi track record di crescite dei dividendi ci permette di beneficiare di entrate stabili ogni mese indipendentemente dall'andamento dei mercati azionari. In aggiunta, il costante reinvestimento delle cedole percepite genera nel tempo ulteriori proventi, sfruttando i benefici derivanti dall'interesse composto. Grazie a questo potente effetto leva, siamo riusciti ad incrementare ogni anno la rendita prodotta dai nostri modelli. Tramite l'utilizzo disciplinato di queste metodologie, il nostro rendimento attuale del portafoglio Top Analisti è salito al 7,2% annuo sui prezzi originali di carico (yield on cost) e al 3,6% sulle attuali quotazioni di borsa. A conferma di questo dato, è interessante notare che da gennaio 2010 ad oggi i dividendi che abbiamo percepito nel portafoglio Top Analisti hanno contribuito per oltre il 45% della performance complessiva del modello, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. Il nostro obiettivo rimane quello di raggiungere una rendita su prezzi di costo vicina al 10% annuo tra il 2020 e il 2021. In questo contesto, sfruttiamo la debolezza di breve termine concentrando oggi la nostra attenzione su una interessante società ad elevato dividendo che opera nel comparto della salute, un settore strategico che non conosce crisi e destinato a crescite costanti nei prossimi anni a causa di fattori puramente demografici. Il ricco dividendo, superiore all' 8% annuo sulle attuali quotazioni di borsa, sta fornendo un contributo significativo alle rendite complessive del portafoglio Top Analisti. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report

Indice Ifiit

L’Indice Ifiit si riporta sopra la quota dei 38 punti (a 38,40) toccando così il nuovo massimo dell’anno. Sono soprattutto i settori industriali produttivi e una parte del terziario a dettare il ritmo della propensione all’investimento innovativo. In particolare, l’industria manifatturiera è spinta dalla ripresa della domanda internazionale e dagli incentivi alla sostituzione dei macchinari dettati dal piano Industria 4.0. Resta invece ancora al palo il comparto dell’edilizia e una parte del sistema del commercio al dettaglio, entrambi settori che risentono della lenta ripresa della domanda interna. Farmaceutica, meccanica e settore dei trasporti (per tutta la filiera) sono i tre pilastri del processo di rinnovamento produttivo in atto. Si torna a cogliere una certa dinamicità nel segmento bancario e dei pagamenti, sia per i salti innovativi legati alla diffusione dei Pos e dei sistemi di pagamento elettronico, e sia per la necessità di implementare i sistemi informativi dei gruppi coinvolti nelle aggregazioni e nei salvataggi bancari. Leggi il report completo in formato PDF

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Seconda settimana consecutiva in rialzo per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, con una crescita di +0,8% nelle ultime cinque sedute, contro una flessione dello 0,1% dell'indice S&P500, grazie in particolare alla buona performance di Target Corp, quotato sul Nyse con simbolo TGT, in rialzo di +1,9% da giovedì scorso. Lo scorso 13 luglio, Target ha pubblicato una stima aggiornata per il trimestre in corso attendendo ricavi e utili per azione migliori rispetto a quelli previsti. Dopo l'annuncio, il titolo ha messo a segno un incremento complessivo di +13,3% in borsa. Fondata nel 1902 con oltre 320.000 dipendenti, Target gestisce una catena di oltre 1.800 grandi supermercati discount in tutti gli Stati Uniti. I prodotti distribuiti sono molto diversificati e in alcuni casi essenziali per la vita quotidiana. Con ricavi annui di 69 miliardi di dollari e utili per 2,7 miliardi, Target Corp quota attualmente a multipli interessanti, con un dividendo pari al 4,1% sugli attuali prezzi di borsa, contro una media storica oscillante da un minimo dello 0,5% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 2,5% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare di valore dai livelli attuali. In aggiunta, la società ha aumentato il dividendo, per 46 anni consecutivi. Nonostante i buoni progressi delle ultime settimane, prosegue quindi la valorizzazione a sconto del titolo rispetto ai parametri di lungo termine. I 16 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating HOLD (3) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +5,8% a cui si aggiunge il dividendo pari a 4,1% annuo.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +10,5% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +13,5%. Come si evidenzia dalla tabella, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 14 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 45 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +7371% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,8% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 50% dai livelli attuali. I 13 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,7) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +4,7% a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,8% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

1Dividendo 4,1% e + 660% a Wall Street dal 1994 ad oggi. Approfittando della temporanea debolezza delle quotazioni, nel report di oggi aumentiamo l'esposizione su uno dei maggiori fondi immobiliari al mondo con un portafoglio diversificato di proprietà quasi interamente affittate e produttive di reddito, con un rating BUY da parte degli analisti. Nella seconda parte, dedicata al portafoglio ETF, analizziamo nel dettaglio un particolare ETF obbligazionario a breve termine espresso in dollari, con una ricca cedola del 5% a distribuzione semestrale, che ci permette di beneficiare del cambio nei confronti dell'euro, attestato ai minimi degli ultimi due anni. Come di consueto, dedichiamo la prima parte del report di oggi all'analisi dei dividendi percepiti nel corso del mese precedente. Il mese di luglio ha confermato il trend di crescita in atto già da diversi mesi, in linea con i nostri obiettivi. In particolare, per il modello Top Analisti, abbiamo incassato in luglio un totale di 23 cedole, per un controvalore pari a 3.473 dollari, contro 3.189 dollari di luglio dello scorso anno, portando il totale complessivo dei dividendi a 49.605 dollari percepiti negli ultimi 12 mesi (agosto 2016 - luglio 2017), in costante aumento dai 28.771 dollari incassati nel 2010. Con oltre 60 aziende internazionali leader a dividendo, negli ultimi 7 anni la rendita complessiva generata dal nostro portafoglio è cresciuta del 72%, senza apporti di nuova liquidità e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento sui prezzi di carico (yield on cost) è attestato ora al 7,2% annuo e al 3,6% sulle attuali quotazioni di borsa. E' interessante notare che da gennaio 2010 ad oggi i dividendi percepiti dal portafoglio Top Analisti hanno contribuito per il 45% del della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. In aggiunta, in questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo per sfruttare il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Qualora la tendenza di crescita della rendita cumulativa ottenuta dal portafoglio dovesse proseguire con lo stesso trend registrato negli ultimi 7 anni, potremmo raggiungere l'obiettivo di una rendita su prezzi di costo vicina al 10% annuo tra il 2020 e il 2021.

1

Sulla base di queste considerazioni, nel report di oggi proseguiamo nella nostra strategia di reinvestimento dei dividendi al fine di incrementare ulteriormente le rendite generate dai nostri modelli. In questo contesto, effettueremo un nuovo investimento, che dovrebbe produrre circa 80 dollari annui di entrate aggiuntive da dividendi per il modello Top Analisti, a cui si aggiungono interessanti potenziali di incremento dalle attuali quotazioni di borsa. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Settimana in rialzo per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, con una crescita di +1% nelle ultime cinque sedute, grazie al buon andamento delle tre società del settore al dettaglio contenute nel modello, che hanno fatto registrare crescite superiori al 3%. TJX Companies, quotata sul Nyse con simbolo TJX si conferma come titolo migliore della settimana, con un guadagno di +5,1% da giovedì scorso. Nonostante il rialzo, il titolo resta interessante e presenta secondo gli analisti buoni potenziali di crescita per i prossimi mesi. Fondata nel 1956 con 235.000 dipendenti, TJX Companies gestisce una rete di 3.812 negozi di abbigliamento e casalinghi in 9 paesi del mondo, tra cui Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Irlanda, Germania, Polonia, Austria, Paesi Bassi, e Australia. L'azienda opera con quattro diversi marchi: Marmaxx, HomeGoods, TJX Canada e TJX International. In aggiunta, la società vende i suoi prodotti tramite tre siti di e-commerce tjmaxx.com, tkmaxx.com e sierratradingpost.com. Tra i principali prodotti commercializzati troviamo abiti, calzature, mobili, lampade, tappeti, decorazioni murali, accessori decorativi, articoli da regalo e gioielli. La società ha incrementato il suo dividendo per 21 anni consecutivi. Il titolo appare ancora sottovalutato sulla base del dividendo. Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dello 0,5% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 1,3% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari a 1,8% annuo, indica una quotazione a forte sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare di valore dai livelli attuali. I 15 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,7) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +16,6% a cui si aggiunge il dividendo pari a 1,8% annuo.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +11,4% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +14,4%. Come si evidenzia dalla tabella, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 14 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 45 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +7371% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,8% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 50% dai livelli attuali. I 13 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,7) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +5,6% a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,8% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

1Dividendo 8,4% annuo - Dieci società ad alto dividendo e target elevati per i prossimi mesi. Nel report di oggi presentiamo ai lettori il nuovo aggiornamento del nostro popolare portafoglio Top Dividend, composto dai dieci titoli Usa con i dividendi più elevati, selezionati con particolari criteri di ricerca e revisione. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un andamento stabile per i principali indici azionari americani, con l'indice S&P500 che ha chiuso venerdì scorso a 2.472,10 punti, ad un passo dal record storico di 2.477,83 punti segnato appena due giorni prima. Da inizio 2017 la performance in dollari si attesta a +10,4%. La crescita dell'indice è stata però accompagnata da una contestuale debolezza del dollaro, sceso ai minimi degli ultimi due anni, con un cambio nei confronti dell'euro salito sopra 1,17. Calcolando la performance del mercato in euro, il buon incremento registrato nei primi sette mesi dell'anno si annulla e si trasforma in una flessione dell' 1,1%. In questo contesto le ultime sedute sono state caratterizzate dalla pubblicazione delle trimestrali da parte di alcune delle maggiori aziende internazionali che complessivamente hanno registrato risultati superiori alle attese degli analisti, confermando il buon andamento economico a livello globale. A venerdì scorso 286 aziende delle 500 maggiormente capitalizzate negli Usa hanno già pubblicato i dati del secondo trimestre, con crescite medie degli utili di +9,2%, superiori rispetto alle stime di +7,9% e seguendo il +13,3% del trimestre precedente. Tra i titoli migliori per la settimana nei nostri portafogli segnaliamo Caterpillar Inc, quotata sul Nyse con simbolo CAT, con un rialzo di +7,05% nelle ultime cinque sedute, dopo aver annunciato uno dei migliori trimestri degli ultimi 10 anni e portando il guadagno complessivo a +58% dal 10 novembre 2015, data del nostro inserimento nel portafoglio Top Analisti. Fondata nel 1925 ed oltre 94.000 dipendenti, la società produce e vende in tutto il mondo attrezzature e macchinari per le costruzioni e l'estrazione mineraria, motori diesel e a gas naturale, turbine industriali a gas e locomotive diesel-elettriche con un fatturato globale di oltre 40 miliardi. In aggiunta, La società ha distribuito dividendi senza interruzioni dal 1925 ad oggi e vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 24 anni consecutivi. Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell' 1,5% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 4,6% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione ( 4% alla data del nostro acquisto). Il dividendo attuale, pari al 2,7% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe crescere di oltre il 70% dai livelli attuali e questo fattore conferma il nostro giudizio HOLD sul titolo.

Dopo l'aggiornamento di martedì scorso, che includeva una dettagliata analisi dei portafogli Top Analisti ed ETF Italia, l'edizione di oggi è interamente dedicata al nostro portafoglio Top Dividend, il popolare modello che si compone dei dieci titoli quotati a Wall Street con il maggiore dividendo. L'obiettivo del nostro modello Top Dividend è di selezionare su base mensile i dieci titoli quotati a Wall Street con il dividendo più elevato. Questo portafoglio, partito nel settembre di 17 anni fa, ha messo a segno una performance complessiva record, pari a +709%, contro +133% realizzato dall'indice S&P500 nello stesso periodo, confermando l'efficacia delle strategie a dividendo nel lungo termine, in un intero ciclo di mercato. Top Dividend è un potente strumento che permette di beneficiare di una elevata rendita passiva, con oltre 40 incassi annui derivanti da dividendi, abbinata a potenziali capital gain di medio termine. Top Dividend è uno dei tre portafogli internazionali inclusi nel servizio online di Secondo Livello e viene elaborato utilizzando un sofisticato sistema di ricerca in grado di identificare ogni mese un ristretto gruppo di dieci società caratterizzate da dividendi periodici attestati ai massimi livelli e fondamentali a sconto rispetto al mercato. Storicamente i titoli a dividendo sono stati caratterizzati da andamenti più stabili rispetto al mercato, assicurando agli investitori una continuità di entrate durante tutti i mesi dell’anno, indipendentemente dall'andamento degli indici di borsa. Per questa ragione

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Settimana stabile per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, sulla scia del buon andamento di Wall Street, che ha fatto segnare un nuovo record spinta dai risultati trimestrali superiori alle attese delle maggiori aziende internazionali che confermano il trend positivo della economia Usa. La scorsa settimana abbiamo incassato il dividendo trimestrale di CVS Health, quotata sul Nyse con simbolo CVS, pari a 0,5 dollari per azione, corrispondente ad un rendimento annuo del 2,6%. Con oltre 155.000 dipendenti, questa società gestisce un network di oltre 9.700 farmacie negli Stati Uniti. Il settore della salute è un business in costante espansione. Il progressivo invecchiamento della popolazione sta portando ad un maggiore consumo di farmaci. Con ricavi annui record di 178 miliardi di dollari e utili per 5 miliardi, CVS Health quota attualmente a multipli interessanti, con un dividendo pari al 2,6% sugli attuali prezzi di borsa, contro una media storica oscillante da un minimo di 0,8% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo di 1,4% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. In aggiunta, la società ha aumentato il dividendo, per 14 anni consecutivi. Ci troviamo quindi in un momento di forte sconto del titolo rispetto ai parametri di lungo termine. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare di valore dai livelli attuali. I 17 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,8) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +12,1% a cui si aggiunge il dividendo pari a 2,6% annuo.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +12,9% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +15,9%. Come si evidenzia dalla tabella, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 14 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 45 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +7405% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,7% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 50% dai livelli attuali. I 13 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,7) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +4,2% a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,7% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

261 anni consecutivi di crescite dei dividendi e oltre 10% annuo dal 1972 ad oggi. Nonostante i risultati record ottenuti, questa multinazionale nel settore industriale ha appena messo a segno una crescita annua dei ricavi di +18% battendo le stime degli analisti e ricevendo un nuovo giudizio BUY. Nella seconda parte del report, dedicata al portafoglio ETF analizziamo nel dettaglio un nuovo ETF a cedola semestrale quotato a Milano che investe nelle 50 maggiori società a livello mondiale. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da una maggiore debolezza del dollaro, sceso ai minimi degli ultimi 15 mesi e attestandosi ad un livello superiore a 1,16 nei confronti dell'euro, dopo le recenti dichiarazioni del Presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, sul buon andamento dell'economia europea.  Se da un lato la temporanea flessione della valuta americana sta generando una maggiore debolezza dei portafogli denominati in dollari,   a medio termine questo fattore deve essere considerato come una buona notizia per gran parte delle imprese internazionali che compongono i nostri portafogli e che oggi stanno ricavando più dollari dalle vendite estere, a parità di unità vendute. Questo significa maggiori incrementi di fatturato e utili per i prossimi trimestri. Nelle scorse edizioni del report abbiamo già citato un esempio su tutti che ci permette di comprendere meglio le opportunità del nuovo trend: una lattina di Coca Cola venduta in Europa ad inizio 2017 ad un prezzo unitario di un euro, produceva ricavi per la multinazionale di circa 1,06 dollari, con il cambio ai primi di gennaio 2017 attestato intorno a quei valori. Oggi a distanza di meno di sette mesi, la stessa lattina venduta in Europa produce incassi per oltre 1,16 dollari, con un incremento di ricavi per la società di quasi il 10% espresso in dollari. Questo fattore è stato notato dai mercati, ed ha determinato una crescita del titolo in borsa da 41,8 dollari di inizio anno a 45,03 della chiusura di venerdì scorso. Dopo questo incremento, Coca Cola evidenzia una performance di +78% dalla data del nostro inserimento nel portafoglio Top Analisti, a cui si aggiunge un ricco dividendo annuo del 3,2% sulle attuali quotazioni di borsa e del 5,8% sul nostro prezzo originale di carico (yield on cost). Manteniamo intatto il nostro rating BUY sul titolo. In questo contesto continuiamo ad approfittare di questa tendenza, selezionando per il portafoglio un ristretto numero di società   multinazionali con quotazioni appetibili, che possono beneficiare della debolezza del cambio, unita a trend di incremento dei fatturati internazionali, sulla scia del buon andamento dell'economia mondiale. Su queste basi, nel report di oggi analizziamo nel dettaglio una società già presente da tempo nel nostro portafoglio Top Analisti, che vanta un lungo primato di crescita e di utili e dividendi, con ben 61 anni di incrementi consecutivi della cedola. In aggiunta, questa azienda la scorsa settimana ha comunicato un incremento dei ricavi di +18% rispetto allo scorso anno. Solitamente, la legge dei grandi numeri, porterebbe ad affermare che più una società cresce come dimensione, più i ricavi dovrebbero rallentare in termini percentuali. La società che analizziamo oggi, è una rara eccezione che conferma la regola in quanto con una capitalizzazione di oltre 13 miliardi di dollari è una delle principali 500 aziende quotate a Wall Street. In aggiunta, con i suoi 61 anni consecutivi di aumenti del dividendo, la società si classifica al secondo posto assoluto sulle oltre 5000 società quotate attualmente a Wall Street. Inserito per la prima volta in portafoglio a fine 2010, il titolo vanta già una performance di +51,4% dalla data della nostra prima raccomandazione, e presenta alle attuali quotazioni forti potenziali di incremento nel medio lungo periodo, uniti a dividendi crescenti. L'azienda è presente in tutto il mondo e recentemente ha investito anche in Italia, con una importante acquisizione dello scorso anno di una società italiana attiva a livello globale nella produzione di attrezzature per officine auto, tra cui sistemi di sollevamento per riparazione veicoli, attrezzature per gommisti e strumenti di diagnosi per automobili, autocarri veicoli commerciali e motocicli. Questa nuova acquisizione rafforza la presenza internazionale della società e dovrebbe stimolare i ricavi per i prossimi anni. Il fatturato globale evidenzia una esposizione di poco superiore al 20% sui paesi emergenti, riservando a questa azienda importanti potenziali di crescita sui mercati mondiali dove sono previsti i maggiori sviluppi. I primati messi assegni da questa azienda in termini di crescita dei dividendi si sono trasformati in performance superiori di lungo termine per il titolo in borsa. Un capitale di soli 10.000 dollari investiti nel 1972 e lasciati nel cassetto fino ad oggi ci sono trasformati in quasi 1 milione di dollari, con un rendimento annuo composto del 10,6% per 45 anni consecutivi, superando ampiamente le performance messe a segno degli indici azionari. Abbiamo analizzato le comunicazioni da parte del management nell'ultimo Investor Day dello scorso mese e abbiamo la convinzione che la società sia ben posizionata per maturare ulteriori successi nel corso dei prossimi anni. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

ATTENZIONE, PREGO! QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI.
Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo.