1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata. Settimana di ulteriori crescite per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, con un incremento di +1,2% da giovedì scorso, il doppio rispetto al +0,6% messo a segno dall'indice S&P500. Il titolo migliore della settimana è stato PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP, con un rialzo di +2,5%, da tempo segnalato tra i "titoli caldi" per il nostro portafoglio. Dopo questo incremento, il titolo segna ora un guadagno di +10,4% dal nostro inserimento in portafoglio e mantiene inalterate le potenzialità di crescita a medio termine. Pepsico è attualmente posizionata al sesto posto assoluto nella classifica dei 20 titoli più performanti dal 1957 ad oggi, redatta dal prof. Jeremy Siegel, della Wharton University, con un rendimento del 14,1 annuo composto per quasi 60 anni consecutivi.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +7,6% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 2,6% annuo, per un totale di incremento stimato pari +10,2%. Come si evidenzia, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 17 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 44 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +6.771% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Yahoo Finance). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,8% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 70% dai livelli attuali. I 13 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating STRONG BUY (1,6) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +6,4% a cui si aggiunge un dividendo pari al 2,8% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

2Nuovo BUY - Rendimento 12% annuo composto dal 1983 ad oggi e 31 anni consecutivi di crescite dei dividendi. Con il mercato azionario Usa attestato sui nuovi massimi storici aumentiamo oggi l'esposizione sul settore farmaceutico, analizzando nel dettaglio una importante azienda del settore che presenta quotazioni a sconto e forti potenziali di crescita per i prossimi anni. Nella seconda parte del report, dedicata al portafoglio ETF dedichiamo ampio spazio ad un particolare ETF azionario ad elevata cedola semestrale che punta ai titoli a maggiore dividendo sui grandi paesi emergenti. Prosegue il trend positivo per i nostri portafogli, che hanno chiuso la settimana su nuovi massimi, sulla scia del buon andamento di Wall Street, con l'indice S&P500 attestato venerdì scorso a quota 2.351,16 punti, nuovo record storico. Negli ultimi 12 mesi l'S&P500 segna un rialzo di +22,6%, e l'indice Dow Jones mostra un risultato ancora migliore, con una crescita pari a +25,8%. Dopo gli ultimi aumenti, il mercato americano presenta multipli piuttosto elevati, con un price earning attestato ora a 26,3 volte, uno dei valori più alti degli ultimi anni, evidenziando un livello di sopravvalutazione rispetto alle medie storiche. Il nostro indicatore, pubblicato ogni giovedì sul portale www.strategyinvestor.com indica un livello di 76 punti. La scala del giudizio si basa su una lunga serie pluriennale di dati storici calcolati su un vasto campione di titoli e si muove da 1-100. Il rating 1 rappresenta il migliore momento per comprare, mentre il rating 100 rappresenta il peggiore momento per comprare. In questo contesto di mercato, continuiamo a reinvestire i dividendi incassati, selezionando per i portafogli singole società leader, caratterizzate da fondamentali a sconto, business stabili e crescite pluriennali di utili e dividendi, potenzialmente in grado di generare performance superiori al mercato nel medio termine. In questo contesto, nel report di oggi utilizziamo la liquidità presente nel portafoglio Top Analisti per aumentare l'esposizione su una importante società operante in una posizione di assoluta leadership nel settore della distribuzione di farmaci negli Stati Uniti, con una lunga storia pluriennale di crescite dei dividendi e performance record in borsa. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata. Settimana di forti crescite per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, con un incremento di +2,7% da giovedì scorso, contro un progresso di +2,3% dell'indice S&P500. La performance è dovuta in particolare al progresso di Lowe's Companies, quotato sul Nyse con simbolo LOW, in crescita di +6,2% nelle ultime cinque sedute. Nonostante il rialzo, il titolo mantiene intatte le sue potenzialità e resta in portafoglio con un rating BUY. La società, leader nella vendita di prodotti per la casa, vanta un primato record, con ben 54 anni consecutivi di incrementi dei dividendi. Negli ultimi 10 anni il dividendo di Lowe's Companies è cresciuto ad un tasso di +22,9% annuo. Il titolo vanta performance record in borsa, con una crescita di +8.849% dal 1985 ad oggi, oltre otto volte in più rispetto all'indice S&P500.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +8,5% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 2,7% annuo, per un totale di incremento stimato pari +11,2%. Come si evidenzia, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 17 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 44 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +6.771% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Yahoo Finance). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,8% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 70% dai livelli attuali. I 12 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating STRONG BUY (1,5) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +8,8% a cui si aggiunge un dividendo pari al 2,8% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

1

Dieci titoli con super dividendi al 7,6% annuo, a cedole trimestrali e mensili. Nel report di oggi presentiamo ai lettori il nuovo aggiornamento mensile del nostro popolare portafoglio Top Dividend, composto dai dieci titoli Usa con i dividendi più elevati, selezionati con particolari criteri di ricerca e revisione. Dopo l'aggiornamento di martedì scorso, che includeva una dettagliata analisi dei dei portafogli Top Analisti ed ETF Italia, l'edizione di oggi è interamente dedicata al nostro portafoglio Top Dividend, il popolare modello che si compone dei dieci titoli quotati a Wall Street con il maggiore dividendo. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata dal buon andamento dei portafogli, sulla scia di Wall Street attestata su nuovi massimi storici, con l'indice S&P500 che ha chiuso venerdì a quota 2.316,10 in rialzo di +24,2% negli ultimi 12 mesi. Tra i titoli dei nostri portafogli, spicca la performance settimanale di Emerson Electric, quotato sul Nyse con simbolo EMR, con un rialzo di +6,2% da venerdì scorso, portando il guadagno a +41,3% da febbraio dello scorso anno, e confermandosi come uno dei titoli migliori degli ultimi 12 mesi per il nostro portafoglio Top Analisti. Fondata nel 1890, ed oltre 100.000 dipendenti, l’azienda fornisce una gamma molto ampia di prodotti e servizi tecnologici con ben 220 centri di produzione in tutto il mondo. L'aumento della domanda globale registrato dalla società nel 2017 sta spingendo al rialzo il titolo, che vanta un formidabile track record, con ben 60 anni consecutivi di incrementi del dividendo. Nonostante il rialzo, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating HOLD. In questo contesto di quotazioni più elevate, stiamo assistendo ad una progressiva diminuzione del dividend yield, ovvero del rendimento medio dei dividendi, calcolati sugli attuali prezzi di borsa. L'obiettivo del nostro modello Top Dividend è di selezionare su base mensile i dieci titoli quotati a Wall Street con il dividendo più elevato. Questo portafoglio, partito nel settembre di 16 anni fa, ha messo a segno una performance complessiva record, pari a +646%, contro +113% realizzato dall'indice S&P500 nello stesso periodo, confermando l'efficacia delle strategie a dividendo nel lungo termine, in un intero ciclo di mercato. Top Dividend è un potente strumento che permette di beneficiare di una elevata rendita passiva, con oltre 40 incassi annui derivanti da dividendi, abbinata a potenziali capital gain di medio termine. Top Dividend è uno dei tre portafogli internazionali inclusi nel servizio online di Secondo Livello e viene elaborato utilizzando un sofisticato sistema di ricerca in grado di identificare ogni mese un ristretto gruppo di dieci società caratterizzate da dividendi periodici attestati ai massimi livelli e fondamentali a sconto rispetto al mercato. Storicamente i titoli a dividendo

Indice IfiitL’Indice Ifiit risale leggermente a 35,60 punti, ma in sostanza non si discosta dalla media dei valori degli ultimi mesi, a conferma di una tendenza alla modesta crescita della propensione a investire in innovazione da parte del tessuto imprenditoriale italiano. Sono soprattutto i fattori di incertezza, interna e internazionale, a condizionare gli umori degli operatori che sono alle prese con l’eventualità di elezioni politiche in Italia e con un quadro geo-politico fortemente mutato dopo la Brexit e l’elezione di Trump. In discussione potrebbero essere le visioni di alleanze sotto l’aspetto delle esportazioni. Le restrizioni economiche alla Russia continueranno? Che piano di alleanze potrà essere generato dai nuovi rapporti tra Usa e Cina e tra Usa e Iran? Dalla risposta a queste domande dipenderanno i trend evolutivi del futuro di alcuni settori del made in Italy. Leggi il report completo in formato PDF

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata. Settimana in ulteriore crescita per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, con un incremento di +0,7% da giovedì scorso, in linea con il buon andamento registrato da Wall Street. La scorsa settimana abbiamo inserito in portafoglio una importante società operante in tutto il mondo nel settore dei semiconduttori che presenta interessanti potenziali di crescita nel medio termine. Il titolo risulta sottovalutato sulla base del dividendo, attestato oggi al 2,6%, contro un minimo dello 0,8% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 2,6% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Per ritornare in area di sopravvalutazione il titolo potrebbe più che raddoppiare di valore dalle attuali quotazioni di borsa. I 24 analisti e broker che seguono la società assegnano attualmente un rating BUY (2,3) (terzo titolo in tabella).

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale elevato per i prossimi 6-12 mesi, pari a +12,1% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 2,7% annuo, per un totale di incremento stimato pari +14,8%. Come si evidenzia, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 18 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 44 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +6.635% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Yahoo Finance). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,8% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 70% dai livelli attuali. I 12 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating STRONG BUY (1,5) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +10,1% a cui si aggiunge un dividendo pari al 2,8% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

1Dividendo 10,8% annuo - Un fondo immobiliare Usa ad elevato rendimento. Nel report di oggi analizziamo nel dettaglio un particolare fondo immobiliare quotato a Wall Street, caratterizzato da una elevata distribuzione annua dei proventi, ripartita in comode rate trimestrali. Nella seconda parte del report, dedicata al portafoglio ETF, dedichiamo ampio spazio ad un particolare ETF azionario, che investe in un paniere di 50 società Usa ad elevato dividendo e minore rischio. Il mese di gennaio appena concluso è stato ricco in termini di dividendi per i nostri portafogli, confermando il trend di crescita in atto già da diversi mesi. In particolare, per il modello Top Analisti, abbiamo incassato in gennaio un totale di 24 cedole, per un controvalore pari a 4.343 dollari, con un incremento del 13% rispetto ai 3.842 dollari di gennaio dello scorso anno, e portando il totale complessivo dei dividendi a 46.001 dollari percepiti negli ultimi 12 mesi (febbraio 2016 - gennaio 2017), in costante aumento dai 28.771 dollari incassati nel 2010. Negli ultimi 6 anni la rendita complessiva generata dal nostro portafoglio è cresciuta del 60%, senza apporti di nuova liquidità e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento sui prezzi di carico (yield on cost) è attestato ora al 6,7% annuo e al 3,8% sulle attuali quotazioni di borsa. E' interessante notare che da gennaio 2010 ad oggi i dividendi percepiti dal portafoglio Top Analisti hanno contribuito per il 40% del capitale iniziale conferito e per il 49% della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. In aggiunta, in questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo per sfruttare il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Qualora la tendenza di crescita della rendita cumulativa ottenuta dal portafoglio dovesse proseguire con lo stesso trend registrato negli ultimi 7 anni, potremmo raggiungere l'obiettivo di una rendita su prezzi di costo vicina al 10% annuo tra il 2020 e il 2021. Tra i 24 dividendi incassati a gennaio, spicca una cedola trimestrale lorda di 356 dollari relativa ad una partecipazione più speculativa ad alto dividendo nel settore immobiliare, che corrisponde al 10,8% sulle attuali quotazioni di borsa del titolo. Pur considerando la natura speculativa dei titoli ad alto dividendo e la maggiore rischiosità di questi strumenti, reinvestiamo oggi il provento maturato per beneficiare del rendimento superiore.

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata. Settimana stabile per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, con un incremento di +0,1% da giovedì scorso, a fronte di una flessione dello 0,8% dell'indice S&P500. Approfittando delle quotazioni favorevoli delle ultime sedute, apportiamo una modifica della composizione del portafoglio, vendendo in data di oggi Walgreen Boots Alliance (WBA), dopo che alcuni analisti hanno abbassato il rating sul titolo. Acquistiamo con il controvalore una importante società operante in tutto il mondo nel settore dei semiconduttori che presenta interessanti potenziali di crescita nel medio termine. Il titolo risulta sottovalutato sulla base del dividendo, attestato oggi al 2,6%, contro un minimo dello 0,8% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 2,6% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Per ritornare in area di sopravvalutazione il titolo potrebbe più che raddoppiare di valore dalle attuali quotazioni di borsa. I 24 analisti e broker che seguono la società assegnano attualmente un rating BUY (2,3) (terzo titolo in tabella).

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale elevato per i prossimi 6-12 mesi, pari a +13,3% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 2,7% annuo, per un totale di incremento stimato pari +16%. Come si evidenzia, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 18 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 44 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +6.635% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Yahoo Finance). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,9% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 70% dai livelli attuali. I 12 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating STRONG BUY (1,5) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +12,9% a cui si aggiunge un dividendo pari al 2,9% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

1

Dividendo 5,2% e target +18% per un leader mondiale nel settore energia elettrica e gas. Nel report di oggi, proseguendo nella nostra ricerca di rendimenti elevati, dedichiamo ampio spazio ad una importante multinazionale operante negli Usa e nel Regno Unito che offre dividendi superiori ed un rating BUY da parte degli analisti. Nella seconda parte, dedicata al portafoglio ETF, analizziamo nel dettaglio un particolare ETF specializzato in obbligazioni in dollari a breve scadenza ed alto rendimento, con una cedola annua del 5,5%, distribuita in rate semestrali. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da ulteriori rialzi per i nostri portafogli, in crescita da martedì scorso sulla scia del buon andamento di Wall Street, con l'indice Dow Jones che ha superato per la prima volta nella storia il livello di 20.000 punti e l'indice S&P500 che ha toccato la soglia dei 2300 punti. Il mercato azionario Usa sta scontando le previsioni ottimistiche per l'andamento dell'economia mondiale, prevista in ulteriore crescita del 3,4% nel 2017 da parte del Fondo Monetario. In un contesto di quotazioni di borsa più elevate, continuiamo ad identificare importanti società internazionali che presentano ancora elementi di sottovalutazione e dividendi più elevati, in grado di generare flussi crescenti di reddito indipendentemente dall'andamento di breve termine dei mercati azionari. Storicamente, i dividendi costituiscono una fonte più stabile di entrate e sono meno soggetti alla volatilità delle quotazioni di borsa. Sfruttando il potente effetto leva generato dall'interesse composto, il costante reinvestimento dei proventi da dividendi genera una rendita passiva crescente in modo esponenziale nel medio lungo termine, contribuendo in maniera determinante alle performance complessive dei portafogli. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno.

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata. Settimana debole per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, sulla scia delle flessioni dei titoli farmaceutici delle ultime sedute, dopo l'insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca. Gli investitori temono che la nuova amministrazione possa in qualche modo porre dei limiti ai profitti delle multinazionali del settore. A fronte di un mercato complessivamente sopravvalutato rispetto alle medie storiche, il comparto farmaceutico appare interessante, con uno sconto medio di circa il 10% rispetto al valore intrinseco. Secondo gli analisti, una delle società più interessanti del settore a questi livelli è CVS Health, quotata sul Nyse con simbolo CVS. Con oltre 155.000 dipendenti, questa azienda gestisce un network di oltre 9.600 farmacie negli Stati Uniti. Il settore della salute è un business in costante espansione. Il progressivo invecchiamento della popolazione sta portando ad un maggiore consumo di farmaci. Per l'anno in corso i ricavi di questa azienda sono previsti in forte crescita di +16,2% a 178 miliardi di dollari. Alle attuali quotazioni, i 19 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating STRONG BUY (1,6) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +18% a cui si aggiunge un dividendo pari al 2,5% annuo. 

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale elevato per i prossimi 6-12 mesi, pari a +15,3% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 2,6% annuo, per un totale di incremento stimato pari +17,9%. Come si evidenzia, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 16 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 44 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +6.635% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Yahoo Finance). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,9% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 70% dai livelli attuali. I 12 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating STRONG BUY (1,5) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +11,2% a cui si aggiunge un dividendo pari al 2,9% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

ATTENZIONE, PREGO! QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI.
Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo.