1La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata dal buon andamento dei nostri portafogli, favoriti da nuovi flussi di dividendi in entrata e dai nuovi massimi messi a segno da Wall Street, spinta al rialzo dai dati positivi del mercato del lavoro Usa, saliti ai livelli più elevati degli ultimi 44 anni. Secondo le ultime statistiche, il tasso di disoccupazione è ora attestato al 4,2%, confermando il buon andamento della maggiore economia mondiale. Tra i titoli che compongono il nostro modello Top Analisti spicca la performance settimanale di Nacco Industries, quotato sul Nyse con simbolo NC, società operante nel settore minerario, che sta ancora beneficiando degli effetti positivi del recente spin off della divisione piccoli elettrodomestici nella nuova società, Hamilton Beach Brands Holding quotata da inizio ottobre sul Nyse con simbolo HBB e codice Isin  US40701T1043. Nacco Industries ha messo a segno un progresso di +15% nelle ultime cinque sedute, confermandosi come il titolo più performante del portafoglio da inizio mese. Negli ultimi 12 mesi la performance è stata pari a +120,7%, contro una crescita pari a +19,8% dell'indice S&P500. Nacco Industries ha incrementato il dividendo per 32 anni consecutivi, con una crescita del 9,5% annuo della cedola negli ultimi 5 anni. Nonostante i recenti incrementi, il titolo presenta multipli interessanti, con un price earning pari a sole 7 volte gli utili. Su queste basi, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating Hold. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

44 anni di crescite dei dividendi e nuovo Buy Back in borsa da 20 miliardi

Principali motivazioni di acquisto: La società di cui parliamo oggi è stata una delle storie di maggiore successo degli ultimi decenni a Wall Street, con una performance record pari a +17,4% annuo composto dal 1972 ad oggi, a cui si aggiungono tutti i dividendi incassati nel periodo. Grazie a questi risultati, un importo di 10.000 dollari investito in questo titolo e mantenuto in cassetto fino ad oggi si è trasformato in un capitale milionario di oltre 13 milioni di dollari attuali!

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Settimana in flessione per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, sulla scia della debolezza del settore farmaceutico, parzialmente compensata dal progresso di Pepsico, dopo una trimestrale migliore delle attese. In particolare, le azioni di CVS Health, quotata sul Nyse con simbolo CVS e dei suoi principali concorrenti hanno continuato la loro spirale in discesa questa settimana, dopo le anticipazioni di venerdì scorso che Amazon.com Inc. ( AMZN) si stia preparando ad entrare nell'industria dei farmaci da prescrizione. CNBC ha citato alcune fonti che indicano che il gigante e-commerce e cloud computing è nelle fasi finali per individuare la sua strategia di ingresso in questo mercato multi-miliardario, minacciando le grandi catene di farmacie. Su queste basi, CVS Health ha evidenziato una flessione del 7,1% da giovedì scorso, attestandosi sui minimi degli ultimi 12 mesi. Con un price earning pari a sole 11,6 volte, secondo gli analisti, il titolo mantiene intatte le potenzialità di crescita a medio lungo termine. Con oltre 155.000 dipendenti, questa società gestisce un network di 9.700 farmacie negli Stati Uniti. Il settore della salute è un business in costante espansione. Il progressivo invecchiamento della popolazione sta portando ad un maggiore consumo di farmaci. Con ricavi annui record di 180 miliardi di dollari e utili per 5 miliardi, CVS Health risulta interessante alle attuali quotazioni, con un dividendo pari al 2,7% sugli attuali prezzi di borsa, contro una media storica oscillante da un minimo di 0,8% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo di 1,4% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. In aggiunta, la società ha aumentato il dividendo, per 14 anni consecutivi. Ci troviamo quindi in un momento di forte sconto del titolo rispetto ai parametri di lungo termine. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare di valore dai livelli attuali. I 20 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (2) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +20,6% a cui si aggiunge il dividendo pari a 2,7% annuo. Attualmente, il portale Morningstar assegna al titolo un rating di quattro stelle, con un potenziale pari a +47% rispetto al valore intrinseco calcolato.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +11,6% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +14,6%. Come si evidenzia dalla tabella, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 16 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 45 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +7.279% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,9% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 50% dai livelli attuali. I 15 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,8) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +6,1% a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,9% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

2La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata dalle prime pubblicazioni dei risultati da parte delle grandi aziende quotate a Wall Street, relativi al terzo trimestre, chiuso al 30 settembre. I primi dati sembrano confermare il buon andamento dell'economia Usa, con risultati che superano in media le stime degli analisti. Tra le maggiori società incluse nel nostro portafoglio, si evidenzia la trimestrale di PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha messo a segno utili di 1,49 dollari per azione nel trimestre appena concluso, battendo del 2,8% le stime degli analisti e superando del 5,7% i risultati dello scorso anno. PepsiCo è uno dei titoli più importanti del nostro modello Top Analisti ed è presente nel portafoglio dal maggio 2008, con una performance pari a +77,5% a cui si aggiungono tutti i dividendi incassati nel periodo. La società ha incrementato il suo dividendo per 45 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +7.015% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,9% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 50% dai livelli attuali. I 14 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,8) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +9,4% a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,9% annuo. Su queste basi, manteniamo il titolo in portafoglio con la prospettiva di ulteriori investimenti su eventuali debolezze future in borsa.

1

Un altro titolo del portafoglio in evidenza nella settimana è stato Nacco Industries, quotato sul Nyse con simbolo NC, operante nel settore minerario e nella produzione di piccoli elettrodomestici.

Indice Ifiit

Prosegue, anche se lentamente, la crescita dell’Indice Ifiit, che sale a 38,60 punti dai 38,20 del mese precedente (era a 34,40 nel mese di ottobre del 2016). Il quadro generale conferma la percezione di una ripresa del ciclo economico, su base più congiunturale che strutturale, ma avvalorata dalla considerazione che rispetto a 12 mesi fa è aumentata di circa l’8% la base imprenditoriale che ha deciso di avviare - o anche solo di prendere in considerazione - progetti di innovazione tecnologica nel prodotto o nel processo produttivo. Questa accresciuta propensione è legata a pochi fattori, ma significativi e strategici: oltre alla dinamica della domanda (soprattutto internazionale) c’è l’elemento degli incentivi fiscali che favorisce l’avvio di ammodernamenti produttivi nell’ottica del piano Industria 4.0 annunciato sul finire dell’anno scorso. Si consolidano i settori della meccanica fine, delle attrezzature e dei macchinari industriali. Positive anche le valutazioni dai segmenti legati all’automobilistico (filiere di sub-fornitura). Leggi il report completo in formato PDF

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Settimana in lieve flessione per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, sulla scia della debolezza di CVS Health, quotata sul Nyse con simbolo CVS, in ribasso di 1,7% rispetto a giovedì scorso. Secondo gli analisti, il titolo mantiene intatte le potenzialità di crescita a medio lungo termine e questa fase potrebbe essere sfruttata per accumulare o mediare i corsi. Con oltre 155.000 dipendenti, questa società gestisce un network di oltre 9.700 farmacie negli Stati Uniti. Il settore della salute è un business in costante espansione. Il progressivo invecchiamento della popolazione sta portando ad un maggiore consumo di farmaci. Con ricavi annui record di 178 miliardi di dollari e utili per 5 miliardi, CVS Health quota attualmente a multipli interessanti, con un dividendo pari al 2,5% sugli attuali prezzi di borsa, contro una media storica oscillante da un minimo di 0,8% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo di 1,4% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. In aggiunta, la società ha aumentato il dividendo, per 14 anni consecutivi. Ci troviamo quindi in un momento di forte sconto del titolo rispetto ai parametri di lungo termine. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare di valore dai livelli attuali. I 20 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (2) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +12,6% a cui si aggiunge il dividendo pari a 2,5% annuo. In aggiunta, nelle scorse settimane gli analisti di Morningstar hanno attribuito al titolo un rating elevato, pari a quattro stelle, con un potenziale di crescita pari a +36% rispetto al valore intrinseco calcolato dal portale.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +10,4% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +13,4%. Come si evidenzia dalla tabella, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 16 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 45 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +7.279% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,9% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 50% dai livelli attuali. I 14 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,8) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +9,4% a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,9% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

2Come di consueto, dedichiamo la prima parte del report di oggi all'analisi dei dividendi percepiti nel corso del mese precedente. Il mese di settembre ha fatto segnare un nuovo record, confermando il trend di crescita in atto già da diversi mesi, in linea con i nostri obiettivi di incremento delle rendite dei portafogli, indipendentemente dall'andamento dei mercati azionari. In particolare, per il modello Top Analisti, abbiamo incassato in settembre un totale di 25 cedole, per un controvalore pari a 5.022 dollari, in aumento di +10,5% rispetto ai 4.546 dollari di settembre dello scorso anno, portando il totale complessivo dei dividendi a 50.409 dollari percepiti negli ultimi 12 mesi (ottobre 2016 - settembre 2017), in costante aumento dai 28.771 dollari incassati nel 2010. Con oltre 60 aziende internazionali leader a dividendo, negli ultimi 7 anni la rendita complessiva generata dal nostro portafoglio è cresciuta del 75%, senza apporti di nuova liquidità e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento sui prezzi di carico (yield on cost) è attestato ora al 7,3% annuo e al 3,6% sulle attuali quotazioni di borsa. E' interessante notare che da gennaio 2010 ad oggi i dividendi percepiti dal portafoglio Top Analisti hanno contribuito per il 45% del della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. Per raggiungere questi obiettivi, in questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo per sfruttare il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Qualora la tendenza di crescita della rendita cumulativa ottenuta dal portafoglio dovesse proseguire con lo stesso trend registrato negli ultimi 7 anni, potremmo raggiungere l'obiettivo di una rendita su prezzi di costo vicina al 10% annuo tra il 2020 e il 2021.

1

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

41 anni consecutivi di aumenti del dividendo e performance record per il leader mondiale del fast food

Principali motivazioni di acquisto: la società di cui parliamo oggi opera in qualità di leader assoluto nel suo settore, con uno dei marchi più conosciuti a livello internazionale, difficilmente replicabile a breve termine da altre società concorrenti. L' azienda di cui parliamo oggi, è attualmente la più importante partecipazione del nostro portafoglio Top Analisti, con una quota pari al 4,6% del modello. Stiamo parlando di McDonald’s quotato al Nyse con simbolo MCD e codice Isin US5801351017. Il titolo ha brillato per un lunga storia pluriennale di performance record e crescite dei dividendi ed è presente nel Top Analisti dal 21 agosto 2009 con una performance maturata pari a +156%. McDonald's è stata una delle storie di maggiore successo a Wall Street negli ultimi decenni.

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Settimana stabile per il nostro portafoglio di Trading Avanzato, con un rialzo di +0,1% da giovedì scorso, più consistente in euro grazie al rimbalzo del dollaro, in recupero di oltre il 2% nelle ultime sedute. Giovedì scorso abbiamo incassato il dividendo trimestrale di Omnicom Group, quotato sul Nyse con simbolo OMC. Fondata nel 1986 ed oltre 75.000 dipendenti, Omnicom Group è una multinazionale che comprende numerose aziende operanti principalmente nell'ambito della pubblicità, del marketing, dei mass media e della comunicazione. Tra le società più importanti del gruppo vi sono le agenzie pubblicitarie BBDO, DDB e TBWA, per un totale di oltre 1500 agenzie in 100 paesi del mondo. Il gruppo è presente anche in Italia e serve alcune delle maggiori aziende nazionali. Con ricavi annui di 15 miliardi di dollari e utili per 1,2 miliardi, Omnicom quota attualmente a multipli interessanti, con un dividendo pari al 2,9% sugli attuali prezzi di borsa, contro una media storica oscillante da un minimo di 1% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 2,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare di valore dai livelli attuali. In aggiunta, la società ha aumentato il dividendo per 7 anni consecutivi. 11 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating HOLD (2,7) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +17% a cui si aggiunge il dividendo pari a 2,9% annuo.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +10,1% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +13,1%. Come si evidenzia dalla tabella, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 16 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 45 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +7.279% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,9% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 50% dai livelli attuali. I 14 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,6) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +9,9% a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,8% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

Dividendo 9,6% annuo - Dieci società ad alto dividendo e target elevati per i prossimi mesi. Nel report di oggi presentiamo ai lettori il nuovo aggiornamento del nostro popolare portafoglio Top Dividend, composto dai dieci titoli Usa con i dividendi più elevati, selezionati con particolari criteri di ricerca e revisione. Settimana stabile per i nostri portafogli sulla scia del buon andamento di Wall Street, che ha chiuso venerdì scorso a quota 2.502,22 punti, vicino ai massimi storici. In questo contesto, spicca la performance settimanale di AstraZeneca plc, quotata sul Nyse con simbolo AZN, con un rialzo di +4,4% nelle ultime cinque sedute, dopo il miglioramento del giudizio sul titolo da parte degli analisti di Bernstein, in un ottica di possibili acquisizioni da parte della società.

1

Con sede principale nel Regno Unito ed oltre 57.000 dipendenti, questa importante multinazionale opera in più di 100 paesi mondo nel settore farmaceutico ed è impegnata nella scoperta, sviluppo e commercializzazione di una vasta gamma di medicinali soggetti a prescrizione, in particolare per il trattamento delle vie respiratorie, malattie autoimmuni, cardiovascolari, metaboliche, oncologiche, infettive e gastrointestinali. Attualmente, la società opera tramite 23 siti produttivi in 16 paesi, con una buona parte dei ricavi che proviene dai paesi emergenti. L'azienda serve circa 200 milioni di pazienti a livello globale e detiene 125 nuovi prodotti in fase di sviluppo. Il titolo offre attualmente un dividendo del 4,1% annuo ed è presente nel nostro portafoglio Top Analisti dal 1 giugno 2010, con una performance complessiva pari a +57,5% a cui si sommano tutti i dividendi percepiti nel periodo. Nonostante i guadagni realizzati, manteniamo il titolo in portafoglio beneficiando dei ricchi dividendi distribuiti e delle buone prospettive di crescita del business aziendale.

2

fonte: Astrazeneca - General Investor presentation pdf

Dopo l'aggiornamento di martedì scorso, che includeva una dettagliata analisi dei portafogli Top Analisti ed ETF Italia, l'edizione di oggi è interamente dedicata al nostro portafoglio Top Dividend, il popolare modello che si compone dei dieci titoli quotati a Wall Street con il maggiore dividendo.

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Seconda settimana consecutiva di rialzi per Pfizer Inc, quotata sul Nyse con simbolo PFE, con un incremento di +2,7% da giovedì scorso, portando il guadagno complessivo a +5,8% nelle ultime due settimane e a +14,4% dalla data del nostro inserimento nel modello. Dopo gli ultimi rialzi, il titolo presenta un potenziale più ridotto, con un target medio fissato dai 15 analisti internazionali pari a +7,4% dalle attuali quotazioni. Fondata a Brooklyn nel 1849 ed oltre 95.000 dipendenti è oggi la prima compagnia biofarmaceutica al mondo. Scopre, sviluppa, produce e distribuisce farmaci di qualità, sicuri ed efficaci, per il trattamento e la prevenzione delle malattie, sia di larga diffusione che rare, che colpiscono uomini e animali. Nel 2016, ben otto farmaci prodotti da Pfizer hanno messo a segno forti crescite delle vendite. La performance più rilevante spetta al farmaco contro il cancro Ibrance, che ha visto salire i ricavi da 723 milioni del 2015 a 2,1 miliardi di dollari dello scorso anno. Gli analisti ritengono che Ibrance potrebbe raggiungere un picco di fatturati annui tra 3 miliardi e 5 miliardi di dollari, con ulteriori potenziali di crescite. Altri due altri farmaci in rapida crescita, che sono determinanti per il successo di Pfizer, sono l'anticoagulante Eliquis e Xeljanz, specifico per la cura dell'artrite reumatoide. Eliquis, ha prodotto ricavi per quasi 2,2 miliardi l'anno scorso, mentre Xeljanz ha generato un reddito di 927 milioni di dollari. Ulteriori nuovi farmaci, ottenuti da recenti acquisizioni, dovrebbero contribuire in modo significativo per Pfizer. Nel dicembre 2016 la società ha ottenuto l'approvazione da parte della FDA per il farmaco Eucrisala, specifico per la dermatite atopica, ottenuto dalla acquisizione di Anacor dello scorso anno. Forti potenziali sono previsti anche per il farmaco Xtandi, per il trattamento del cancro della prostata, aggiunto ai prodotti in seguito all'acquisizione di Medivation. Pfizer offre attualmente un dividendo elevato, pari al 3,6%, contro una media storica oscillante da un minimo di 1,3% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo di 4% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. In aggiunta, la società ha aumentato il dividendo, per 7 anni consecutivi. Ci troviamo quindi in un momento di sconto del titolo rispetto ai parametri di lungo termine. Su queste basi, manteniamo il titolo in portafoglio.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale per i prossimi 6-12 mesi, pari a +10% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +13%. Come si evidenzia dalla tabella, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 16 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: PepsiCo Inc, quotata sul Nyse con simbolo PEP. Fondata nel 1898 a New York ed oltre 260.000 dipendenti, la società opera in tutti i paesi del mondo ed è attualmente una delle maggiori multinazionali nel settore delle bevande, snacks e ristorazione. La società ha incrementato il suo dividendo per 45 anni consecutivi e vanta una performance record in borsa pari a +7.279% dal 1972 ad oggi, oltre il triplo rispetto all'indice S&P500 nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,7% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,2% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 2,8% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 50% dai livelli attuali. I 14 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,6) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +7,5% a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,8% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

2Nel report di oggi proseguiamo con il nostro obiettivo di incremento delle rendite dei portafogli, reinvestendo la liquidità disponibile derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistando un nuovo investimento ad elevato dividendo che presenta alle attuali quotazioni interessanti potenziali di crescita per i prossimi mesi. Secondo le nostre stime, questa operazione dovrebbe generare da subito ulteriori 90 dollari annui di entrate, che andranno a sommarsi alle oltre 250 cedole previste per l'anno in corso. Settimana brillante per il nostro modello Top Analisti, sulla scia del buon andamento registrato da Wall Street, con l'indice S&P500 che ha superato quota 2500, chiudendo venerdì scorso a 2.500,23 punti. In questo contesto, venti società presenti in portafoglio hanno registrato guadagni settimanali superiori al 2%. Tra queste, spicca la catena di supermercati Target Corp quotata sul Nyse con simbolo TGT, con una crescita di +4,7% da venerdì scorso, dopo la notizia che avevamo anticipato nello scorso report di un taglio dei prezzi per fronteggiare la concorrenza di Amazon. Target è presente in portafoglio Top Analisti da marzo 2017 con una performance di +8,3% dal nostro acquisto. Con un dividendo del 4,1% attestato ai massimi storici e un lungo track record di 46 anni consecutivi di crescite, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating BUY. Sul fronte opposto segnaliamo la flessione di Becton, Dickinson and Company, quotata sul Nyse con simbolo BDX, con un ribasso del 4,1% nella settimana dopo le performance stellari degli ultimi anni. La società è presente nel nostro modello dal 21 agosto 2012 con una crescita record di +155%. Fondata nel 1897 ed oltre 50.000 dipendenti, questa azienda è una multinazionale leader nel settore tecnologico medicale che si concentra sul miglioramento della somministrazione del farmaco, sul miglioramento della diagnosi delle malattie infettive e dei tumori, e sulla promozione dello sviluppo di nuovi farmaci. L’azienda sviluppa, produce e vende forniture mediche, dispositivi, strumenti di laboratorio,  anticorpi, reagenti e prodotti diagnostici attraverso i suoi tre segmenti di produzione: Medical, Diagnostic e  Biosciences. La società vanta un lungo track record di 45 anni di crescite del dividendo, con un incremento del 10,6% annuo negli ultimi 5 anni. Manteniamo il titolo in portafoglio con un rating HOLD e prevediamo di accumulare ulteriormente sul titolo nel caso di eventuali storni nei prossimi mesi. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

ATTENZIONE, PREGO! QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI.
Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo.