1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Terza settimana consecutiva di incrementi per il nostro portafoglio, che ha messo a segno una crescita di +1,2% da giovedì scorso, contro una perdita dello 0,3% per l'indice S&P500. Approfittiamo dei buoni risultati ottenuti per realizzare parte dei profitti conseguiti. Su queste basi, vendiamo oggi Pfizer, quotato sul Nyse con simbolo PFE, con un guadagno di +24,5%, e Johnson Controls, quotato sul Nyse con simbolo JCI, con un guadagno di +26,7%. Entrambe le plusvalenze sono state ottenute in soli quattro mesi dal nostro inserimento nel portafoglio, ed hanno contribuito in misura determinante alla sovraperformance del modello. Cogliamo l'occasione per congratularci con i nostri abbonati che hanno seguito le indicazioni e che possono condividere con noi i buoni risultati conseguiti. Ci auguriamo che le due nuove società che acquisteremo oggi utilizzando il ricavato delle vendite possano replicare i successi ottenuti. In particolare, si tratta di una società farmaceutica molto conosciuta che presenta quotazioni sottovalutate ed un rating BUY da parte degli analisti, con un target a sei mesi pari a +20,4% e un dividendo dell'1,8% e di una società tecnologica specializzata nella produzione di strumenti di test e sensori, con un rating STRONG BUY da parte degli analisti, un target a sei mesi pari a +27,9% e un dividendo del 2,5%.


Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale elevato per i prossimi 6-12 mesi, pari a +16,9% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 2% annuo, per un totale di incremento stimato pari +18,9%. Come si evidenzia, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 13 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: Polaris Industries, quotato sul Nyse con simbolo PII. La società è specializzata nella produzione e vendita in tutto il mondo di veicoli per svago, quali ad esempio motoslitte, quad e mini auto elettriche e vanta un forte track record di ben 22 anni consecutivi di aumenti del dividendo. Alle attuali quotazioni, i 18 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (2,5) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +11,2% a cui si aggiunge un dividendo pari al 2,3% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

2Dividendo 6,9% e target elevati investendo su una nuova società quotata a Wall Street, operante nel settore in forte crescita dell'assistenza agli anziani e servizi per la terza età. Nella seconda parte, dedicata al portafoglio ETF, analizziamo nel dettaglio un particolare ETF specializzato in obbligazioni in dollari a breve scadenza ed alto rendimento, con una cedola annua del 5,1%, distribuita in rate semestrali. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da nuovi massimi storici per i nostri portafogli, sulla scia del buon andamento del dollaro e di Wall Street, con l'indice S&P500 che ha chiuso venerdì a 2175,03 punti, nuovo record assoluto per la Borsa Usa. Diversi titoli presenti nei nostri modelli hanno evidenziato forti rialzi nelle ultime sedute. Tra questi spicca Microsoft, quotato sul Nasdaq con simbolo MSFT, con un guadagno di +5,36% da martedì scorso, dopo aver annunciato risultati migliori delle attese. Microsoft ha registrato nel trimestre un fatturato di 22,6 miliardi di dollari con un EPS (utile per azione) di 0,69 dollari, superando le stime degli analisti per 460 milioni di dollari e per 0,11 dollari per azione. Microsoft è presente nel nostro modello Top Analisti dal 18 marzo 2005, con una performance pari a +128,4% dall'inserimento in portafoglio. La società distribuisce attualmente un dividendo del 2,6% sugli attuali prezzi di borsa, in costante crescita da 14 anni. Il rendimento del solo dividendo sui nostri prezzi di carico (yield on cost) è attestato ad un ricco 5,8% annuo. Microsoft è stato uno dei titoli più performanti a Wall Street negli ultimi decenni. Da 13 marzo 1986, data della sua quotazione sul Nasdaq ad oggi, la società ha messo a segno una performance record pari a +56076% (cinquantaseimilapercento!) contro +767% dell'indice S&P500 nello stesso periodo. Nonostante i risultati ottenuti, Microsoft presenta oggi un rating BUY (2,3) da parte dei 32 analisti internazionali che seguono il titolo. Su queste basi, manteniamo in portafoglio, continuando ad incassare i ricchi dividendi distribuiti dalla società.

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Seconda settimana consecutiva di forti incrementi per il nostro portafoglio, che ha messo a segno una crescita di +2,7% da giovedì scorso, contro un rialzo di +0,9% dell'indice S&P500. In particolare, il risultato è stato ottenuto grazie al rialzo record di Polaris Industries, quotato sul Nyse con simbolo PII, che ieri ha guadagnato oltre il 9% in una sola seduta, dopo aver annunciato risultati migliori delle attese nel trimestre appena concluso. La società è specializzata nella produzione e vendita in tutto il mondo di veicoli per svago, quali ad esempio motoslitte, quad e mini auto elettriche e vanta un forte track record di ben 22 anni consecutivi di aumenti del dividendo. Inserita in portafoglio il 15 giugno scorso, in un solo mese Polaris mostra ora un progresso complessivo pari a +18,9%. Nonostante il rialzo, manteniamo ancora il titolo in portafoglio, con un target fissato dagli analisti a +20,3% dai livelli attuali. Dopo i nuovi massimi storici conseguiti dalla borsa Usa nelle ultime sedute, il mercato appare ora sopravvalutato, con il nostro indicatore che evidenzia un livello di 74 punti. Manteniamo quindi un approccio più prudente, selezionando un ristretto numero di società internazionali di alta qualità che presentano ancora multipli a sconto, con posizioni predominanti in ciascun business di riferimento, dividendi in crescita e potenziali superiori di incremento in un ottica di medio termine, indipendentemente dall'andamento degli indici azionari.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale elevato per i prossimi 6-12 mesi, pari a +13,3% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 2,3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +15,6%. Come si evidenzia, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 14 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

216% annuo composto dal 1973 ad oggi. Nel report di oggi dedichiamo ampio spazio ad una importante società assicurativa Usa, con fondamentali a sconto ed elevati potenziali di crescita nel medio termine. Questa compagnia vanta un lungo track record di performance e crescite dei dividendi, ed è considerata come una delle storie di maggiore successo a Wall Street degli ultimi 40 anni. Nella seconda parte, dedicata al portafoglio ETF, analizziamo nel dettaglio un nuovo ETF specializzato in azioni europee ad elevato dividendo, con un dividendo annuo del 5,6%, distribuito in comode rate trimestrali. Settimana all'insegna di forti rialzi per i nostri portafogli, sulla scia del buon andamento registrato da Wall Street, con l'indice S&P500 che ha segnato giovedì il nuovo massimo storico a quota 2163,75 punti, con un incremento di +5,7% da inizio anno. In particolare, ben 12 titoli del modello Top Analisti hanno ottenuto rialzi superiori al 3% nelle ultime cinque sedute, con Emerson Electric, quotato sul Nyse con simbolo EMR che mostra un progresso di +5,2% da venerdì scorso. Nonostante il buon andamento di breve termine, manteniamo un rating BUY sul titolo, che presenta alle attuali quotazioni un interessante dividendo del 3,4% annuo. La società vanta un formidabile track record, con ben 59 anni consecutivi di crescite del dividendo.

1

Storicamente, il rendimento del dividendo di Emerson Electric si è mosso da un minimo del 2% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 4% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe crescere del 72% dai livelli attuali. Questa settimana, gli analisti di Morningstar assegnano alla società un target di +48,8% dai prezzi suggeriti per la vendita.

L’Indice Ifiit generale si abbassa ulteriormente e scende a 33,60 punti, cancellando di fatto il progresso che era stato fatto dall’estate dell’anno scorso. Sul clima delle imprese gravano alcuni fattori che contribuiscono a disincentivare la propensione agli investimenti in innovazione tecnologica, mentre si ampliano le propensioni a cedere l’attività o a generare processi di fusione e integrazione (come peraltro viene confermato da uno studio che in sintesi questo numero di IMR contiene). Complessità geopolitiche internazionali, criticità della politica interna, perdurare della crisi, difficoltà di reperimento del credito: sono questi i principali fattori critici che frenano gli entusiasmi, soprattutto tra le piccole e medie imprese che pure erano state le prime a manifestare segnali di ripresa della fiducia. Leggi il report completo in formato PDF

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

Settimana all'insegna di forti progressi per il nostro portafoglio, che ha messo a segno una crescita di +3,6% da giovedì scorso, contro un rialzo di +1,2% dell'indice S&P500. Migliore titolo della settimana risulta Raymond James Financial, importante broker finanziario quotato sul Nyse con simbolo RJF, con un rialzo di +10,4% nelle ultime cinque sedute. Manteniamo ancora il titolo in portafoglio, con un target medio fissato dagli analisti pari a +26,8%, ed un dividendo dell'1,5%. La società presenta multipli a sconto, con un price earning contenuto, pari a 13 volte gli utili attesi per l'anno in corso.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale elevato per i prossimi 6-12 mesi, pari a +17,1% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 2,4% annuo, per un totale di incremento stimato pari +19,5%. Come si evidenzia, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 14 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: Pfizer, quotato sul Nyse con simbolo PFE. Fondata a Brooklyn nel 1849 è oggi la prima compagnia biofarmaceutica al mondo. Scopre, sviluppa, produce e distribuisce farmaci di qualità, sicuri ed efficaci, per il trattamento e la prevenzione delle malattie, sia di larga diffusione che rare, che colpiscono uomini e animali. Alle attuali quotazioni, i 15 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,8) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +7,6% a cui si aggiunge un dividendo pari al 3,3% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

1

Due società a dividendi crescenti e potenziali elevati di medio termine. Nel report di oggi analizziamo una importante società farmaceutica Usa, che vanta performance record in borsa ed oltre 20 anni di crescite dei dividendi, e una società leader in tutto il mondo nella produzione di motori diesel, al centro dell'attenzione degli analisti in queste settimane. Nella seconda parte del report, dedicata al portafoglio ETF, dedichiamo nuovamente spazio ad un particolare fondo, che permette di investire direttamente in lingotti d'oro, sfruttando il momento particolarmente favorevole per il metallo giallo, in seguito alle turbolenze del dopo Brexit. Il mese di giugno 2016 ha confermato flussi elevati di dividendi in entrata per i nostri portafogli. In particolare, per il modello Top Analisti, abbiamo incassato un totale di 26 cedole, per un controvalore pari a 4.259 dollari, in aumento rispetto ai 4.154 dollari di giugno 2015, portando il totale complessivo dei dividendi a 45.263 dollari percepiti negli ultimi 12 mesi (luglio 2015 - giugno 2016), in costante aumento dai 28.771 dollari incassati nel 2010. Negli ultimi 6 anni la rendita complessiva generata dal nostro portafoglio è cresciuta del 57%, senza apporti di nuova liquidità e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Anche nell' ultima settimana di giugno, dopo il forte aumento della volatilità di tutti i principali mercati azionari internazionali in seguito alla Brexit, i dividendi dei nostri portafogli hanno evidenziato una grande stabilità, confermando flussi in crescita. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento sui prezzi di carico (yield on cost) è attestato ora al 6,5% annuo e al 3,7% sulle attuali quotazioni di borsa. In questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo per sfruttare il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Qualora la tendenza di crescita della rendita cumulativa ottenuta dal portafoglio dovesse proseguire con lo stesso trend registrato negli ultimi 5 anni, potremmo raggiungere l'obiettivo di una rendita vicina al 10% annuo tra il 2020 e il 2021.

1

Come ogni settimana alleghiamo il nuovo portafoglio di Trading Avanzato, riservato agli iscritti di Terzo Livello che usufruiscono della nostra assistenza personalizzata.

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata dal buon andamento del nostro portafoglio, sulla scia dei rialzi dei due titoli farmaceutici inclusi nel modello, con incrementi rispettivi di +5,9% e +2,4% da giovedì scorso. In particolare Pfizer Inc, quotato sul Nyse con simbolo PFE, segnalato già da diverse settimane come titolo caldo, sta centrando i target e ha messo a segno complessivamente un rialzo di +21,1% dal 10 marzo 2016, data nel nostro inserimento in portafoglio. Secondo i 15 analisti che seguono il titolo, Pfizer presenta ancora un potenziale di +8,5% dalle attuali quotazioni. Per questa ragione, con prospettive di ulteriori rialzi più limitate, manteniamo ancora il titolo in portafoglio. Obiettivi di crescita più elevati si confermano per Raymond James Financial, importante broker finanziario quotato sul Nyse con simbolo RJF, con un potenziale di +37,8%, ed un dividendo dell'1,7%. La società presenta multipli a sconto, con un price earning contenuto, pari a 12 volte gli utili attesi per l'anno in corso.

Obiettivo portafoglio: Complessivamente, le sei società che compongono il nostro modello di Trading Avanzato mostrano un potenziale elevato per i prossimi 6-12 mesi, pari a +22,2% nella rilevazione odierna (vedi tabella sopra, colonna "Potenziale % 6-12 mesi"), a cui si aggiunge un dividendo medio del 2,5% annuo, per un totale di incremento stimato pari +24,7%. Come si evidenzia, i valori di target per il portafoglio sono calcolati sulle basi delle valutazioni medie di 14 analisti internazionali (vedi colonna "No. Analisti").

Titoli caldi: Pfizer, quotato sul Nyse con simbolo PFE. Fondata a Brooklyn nel 1849 è oggi la prima compagnia biofarmaceutica al mondo. Scopre, sviluppa, produce e distribuisce farmaci di qualità, sicuri ed efficaci, per il trattamento e la prevenzione delle malattie, sia di larga diffusione che rare, che colpiscono uomini e animali. Alle attuali quotazioni, i 15 analisti e broker che seguono la società attribuiscono al titolo un rating BUY (1,8) in una scala da 1 a 5, con un target a sei mesi pari a +8,5% a cui si aggiunge un dividendo pari al 3,3% annuo.

Il portafoglio di Trading Avanzato è attualmente il nostro modello che ha ottenuto negli ultimi anni le performance più elevate e si compone costantemente di sei titoli internazionali quotati sul mercato Usa, selezionati in base ad un filtro composto da rigidi criteri di breve termine basati sui fondamentali.

Mc Donald,s

La nuova società selezionata oggi da strategyinvestor.com per un possibile ingresso nel portafoglio è: Johnson & Johnson, quotata sul Nyse con simbolo JNJ - Descrizione del business: Fondata nel 1885 e 127.000 dipendenti, questa importante multinazionale è uno dei leader mondiali del settore farmaceutico, e controlla oltre 200 aziende operanti in 57 paesi, con un portafoglio di migliaia di prodotti e una attiva presenza commerciale in tutti i continenti. L’azienda è una vera public company, ed opera in tre segmenti: prodotti di largo consumo, prodotti farmaceutici e dispositivi medico-diagnostici. Dal 1 gennaio 1970 ad oggi l'azienda ha messo a segno una performance record in borsa, con un guadagno pari a +11.204%, contro +2246% registrato dall'indice S&P500 nello stesso periodo (vedi grafico sopra fonte Yahoo Finance, linea blu titolo, linea verde S&P500). Dividendo annuo 2,6% con 54 anni consecutivi di aumento della cedola. Tasso di crescita del dividendo negli ultimi 10 anni: 8,8% annuo composto.

1

Dieci titoli con maxi dividendi al 7,7% annuo, a cedole trimestrali e mensili. Nel report di oggi presentiamo ai lettori il nuovo aggiornamento mensile del nostro popolare portafoglio Top Dividend, composto dai dieci titoli Usa con i dividendi più elevati, selezionati con particolari criteri di ricerca e revisione. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da buoni progressi per tutti i nostri modelli, con rialzi di +2,6% per il portafoglio ETF Italia, +3,7% per il Top Analisti e +3,8% per il Top Dividend, sulla scia dell' andamento positivo registrato da Wall Street, in rialzo del 3,2%, dopo la difficile settimana del dopo Brexit. Ieri il mercato Usa è rimasto chiuso per la festività dell' Independence Day. Dopo l'aggiornamento di martedì scorso, che includeva una dettagliata analisi dei portafogli Top Analisti ed ETF Italia, l'edizione di oggi è interamente dedicata al nostro portafoglio Top Dividend, il popolare modello che si compone dei dieci titoli quotati a Wall Street con il maggiore dividendo. Questo portafoglio, partito nel settembre di 16 anni fa, ha messo a segno una performance complessiva record, pari a +594%, contro +106,7% realizzato dall'indice S&P500 nello stesso periodo dall'indice S&P500 nello stesso periodo, confermando l'efficacia delle strategie a dividendo nel lungo termine. Top Dividend è un potente strumento che permette di beneficiare di una elevata rendita passiva, con oltre 40 incassi annui derivanti da dividendi, abbinata a potenziali capital gain di medio termine. Top Dividend è uno dei tre portafogli internazionali inclusi nel servizio online di Secondo Livello e viene elaborato utilizzando un sofisticato sistema di ricerca in grado di identificare ogni mese un ristretto gruppo di dieci società caratterizzate da dividendi periodici attestati ai massimi livelli e fondamentali a sconto rispetto al mercato. Storicamente i titoli a dividendo sono stati caratterizzati da andamenti più stabili rispetto al mercato, assicurando agli investitori una continuità di entrate durante tutti i mesi dell’anno, indipendentemente dall'andamento degli indici di borsa.

ATTENZIONE, PREGO! QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI.
Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo.